Preparazione agli esami

Un elenco di alcune semplici regole da seguire per ottenere un quadro clinico corrispondente alle reali condizioni di salute delle persone che si sottopongono alle analisi di laboratorio.

 

 

Prelievo

Per ottenere un quadro clinico corrispondente alle reali condizioni di salute delle persone che si sottopongono alle analisi di laboratorio è opportuno che il paziente non modifichi le proprie abitudini di vita, sia alimentari che fisiche, nel periodo precedente il prelievo di sangue o di campioni biologici da esaminare

  1. Digiuno: è sufficiente osservare un digiuno di almeno 12 ore prima di sottoporsi a prelievo di sangue e si può comunque assumere acqua; è consigliabile astenersi dal fumare, dagli sforzi fisici o da qualsiasi stress nelle tre ore precedenti il prelievo di sangue. Indicazioni per singoli esami (per i test che non rientrano in questo elenco è opportuno rivolgersi al Responsabile del Laboratorio)
  2. Alimentazione: una cena abbondante ricca di grassi la sera precedente il prelievo, può influire sulla concentrazione di alcuni grassi presenti nel sangue, mentre un’astensione dal cibo prolungato, può falsare altri parametri. Poiché l’assunzione di cibi e bevande influisce sulla concentrazione ematica di molti analiti si consiglia, la sera precedente il prelievo di sangue, di consumare una cena normale e di non assumere in seguito né cibo né bevande, acqua esclusa.
  3. Farmaci: si consiglia di informare il laboratorio se si sta assumendo un farmaco o se si sono assunti farmaci nella giornata precedente il prelievo.
  4. Alcool: si consiglia di non assumere alcool almeno 12 ore prima del prelievo e comunque di evitarne in generale di assumerne quantità eccessive in quanto l’abituale assunzione di alcool provoca alterazioni di molti analiti e in particolare alterazioni dei parametri tipici dell’etilismo cronico.
  5. Gravidanza e ciclo mestruale: condizioni fisiologiche della donna relativi a diversi momenti della vita di una donna producono variazioni nella concentrazione ematica di molti analiti, si consiglia quindi in questi casi di comunicare al laboratorio il periodo particolare o l’eventuale gravidanza.
  6. Fumo: il fumo provoca alterazioni nel dosaggio di alcuni analiti (aumento degli acidi grassi, del cortisolo, dell’aldosterone) si consiglia quindi l’astensione dal fumo almeno 12 ore prima del prelievo di sangue.
  7. Attività fisica: si consiglia di non sottoporsi a prelievi di sangue se nel periodo precedente si è svolta attività fisica come camminare a lungo o pedalare per lunghi tratti.

Urinocoltura

Modalità di raccolta o prelievo

Se non diversamente specificato, si raccomanda di raccogliere le urine della minzione del mattino. I contenitori per la raccolta (recipienti sterili monouso) sono acquistabili in farmacia.

  1. raccolta mediante mitto intermedio
    1. Lavarsi le mani con acqua e sapone ed asciugarsi;
    2. lavare accuratamente con acqua e sapone i genitali esterni , sciacquarsi ed asciugarsi;
    3. emettere la prima parte delle urine senza raccoglierla;
    4. raccogliere direttamente nel recipiente sterile la seconda parte;
    5. richiudere accuratamente il contenitore in modo che l’urina non fuoriesca durante il trasporto.
  2. raccolta da catetere a permanenza
    1. pulire esternamente il catetere con alcool;
    2. sterilmente aspirare le urine presenti nel lume del catetere;
    3. inserire le urine nel contenitore sterile
      NB: non prelevare le urine dal sacchetto di raccolta. Si consiglia di prelevare le urine possibilmente al cambio del catetere.
  3. sacchetto in plastica sterile adesivo
    Tale metodica è utilizzata nei bambini più piccoli quando non è possibile ottenere il mitto.
    1. Detergere con acqua e sapone i genitali esterni; sciacquare bene con acqua ed asciugare;
    2. applicare il sacchetto facendolo aderire ;
    3. se dopo circa 30-45 minuti al massimo non si è verificata la minzione, rimuovere il sacchetto e provvedere alla sostituzione ripetendo il lavaggio;
    4. appena avvenuta la minzione rimuovere il sacchetto e richiuderlo bene.
  4. Modalità di conservazione:
    Inviare al laboratorio le urine entro 2 ore dalla minzione. Se passano più di 2 e fino ad un massimo di 24 ore prima della consegna al laboratorio, tenere il contenitore in frigo a 4°C.

Raccolta delle Urine 24 ore

Condizioni preliminari E’ preferibile cominciare la raccolta al risveglio.

Modalità di esecuzione Scartare la prima urina del mattino e partendo dalla successiva raccoglierle, in un idoneo contenitore, fino alla prima del mattino seguente. Conservare il contenitore in un luogo fresco durante la raccolta. Utilizzare un contenitore a bocca larga con tappo a vite della capacità di circa 2.5 litri.

Modalità di conservazione Cercare di consegnare le urine in un tempo massimo di 2 ore dalla raccolta, scrivere nome e cognome sul contenitore.

Coprocoltura


Il materiale deve essere raccolto nel momento acuto del processo infettivo. Il paziente deve evacuare direttamente in un recipiente sterile senza che il campione fecale venga contaminato da urina.

Feci per la ricerca di parassiti intestinali:

Prima di raccogliere le feci accertarsi che il paziente non abbia assunto le seguenti sostanze: solfato di bario per indagini radiologiche, oli minerali, antidiarroici non assorbibili, antimalarici, tetracicline. Se il paziente ha assunto tali sostanze è opportuno eseguire l’esame dopo una settimana. Poiché l’eliminazione di alcuni parassiti intestinali non è giornaliera, per un corretto risultato è opportuno eseguire l’esame su almeno tre campioni di feci in tre giorni successivi.

Ricerca sangue occulto nelle feci:

Raccogliere il campione in un contenitore sterile e consegnarlo in un tempo massimo di 2 ore dalla raccolta. Scrivere nome e cognome sul contenitore.

Tampone Faringeo

Condizioni preliminari:

Comunicare all’accettazione eventuali terapie farmacologiche . Astenersi dal lavarsi i denti o dall’usare colluttori.

Modalità di esecuzione:

Appoggiare il tampone sulla superficie da analizzare e ruotarlo.

Modalità di conservazione:

Consegnare in laboratorio entro 2 ore dall'esecuzione o conservarlo in un terreno di trasporto se eseguito il giorno precedente.

Espettorato

L'espettorato è un materiale biologico scarsamente rappresentativo per la diagnosi eziologica di infezioni delle vie aeree profonde e fornisce risultati controversi. Dovrebbe essere raccolto solo da pazienti con polmonite e tosse produttiva capaci di espettorare.

Modalità di raccolta:

  • raccogliere i campioni preferibilmente prima della terapia antimicrobica; in caso contrario segnalarlo.
  • effettuare la raccolta al mattino a digiuno.
  • rimuovere eventuali protesi, fare pulizia del cavo orale e gargarismi con acqua distillata sterile.
  • l'espettorato deve essere emesso con un colpo di tosse e controllare che non sia contaminato da saliva.
  • raccoglierlo in un recipiente sterile a bocca larga.
  • inviare il campione al laboratorio entro 2 ore, conservandolo in caso contrario a 4 °C.

Indagini Microbiologiche delle Infezioni Uretro-Cervicovaginali

In via preliminare le pazienti devono attenersi ad alcune norme per rendere attendibile l’esito dell’esame:

  1. non avere rapporti sessuali nelle 24 h precedenti l’esame.
  2. non essere in periodo mestruale.
  3. non eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 h precedenti l’esame
  4. aver cessato qualsiasi terapia chemio-antibiotica locale o generale da almeno 3 giorni.
  5. Tale prelievo può essere effettuato presso codesto centro su prenotazione. Se effettuato dal proprio ginecologo in orari differenti da quelli del laboratorio utilizzare tamponi con terreno di trasporto previo contatto telefonico.
  6. per Trichomonas vaginalis il tampone con l’essudato raccolto deve essere stemperato al più presto in 1 ml di soluzione fisiologica sterile e consegnarlo subito in laboratorio.

Tampone Nasale

Utilizzare un solo tampone sterile per narice. Inserire il tampone nella cavità nasale e ruotare con delicatezza toccando il pavimento nasale. Inviare immediatamente in laboratorio.

Spermiocoltura

Modalità di prelievo:
I pazienti devono rispettare alcune norme e in particolare:

  1. astenersi dai rapporti sessuali nei 3-4 giorni precedenti l'esame.
  2. aver cessato qualsiasi trattamento chemio-antibiotico da almeno una settimana.
  3. far precedere il prelievo da un'accurata pulizia dei genitali esterni e delle mani.
  4. la raccolta del campione deve avvenire mediante masturbazione e tutto l'eiaculato deve essere raccolto nell'apposito contenitore sterile.
  5. il campione da analizzare deve pervenire in laboratorio entro un'ora e se ciò non fosse possibile va conservato in frigo a 0-4°C.

Spermiogramma

Le modalità di raccolta e i tempi di consegna sono importanti ai fini dell'attendibilità dell'esame: rispettarli con scrupolo!

  1. Periodo di astinenza da attività sessuale: tra 3 a 5 giorni
  2. Raccolta mediante masturbazione in un comune contenitore sterile da urine a bocca larga provvisto di etichetta con nome; si sconsiglia la raccolta del campione durante l'atto sessuale completo. Il contenitore deve poi essere chiuso con attenzione per evitare perdite accidentali del campione durante il trasporto e la consegna.
  3. Il campione deve pervenire presso il nostro laboratorio entro 30 - 40 minuti avendo cura di evitarne il raffreddamento.
  4. Astenersi da effettuare l'esame in caso di terapia farmacologica in corso.

ACTH

Condizioni preliminari:
Prima del prelievo il paziente deve eseguire la sua dieta abituale ovvero quella raccomandata dal medico. E’ consigliabile astenersi dal fumo, dal caffè e dall’esercizio fisico, nelle ore immediatamente precedenti il prelievo venoso.

Ammonio

Prima del prelievo il paziente deve eseguire la sua dieta abituale ovvero quella raccomandata dal medico. E’ consigliabile astenersi dal fumo, dal caffè e dall’esercizio fisico, nelle ore, immediatamente precedenti, il prelievo venoso. Osservare un digiuno di almeno 10-12 ore.

Modalità di esecuzione:
Raccogliere il campione in una provetta con EDTA mantenendola in ghiaccio. L’analisi va eseguita entro 2 ore dal prelievo. Per i prelievi esterni: raccogliere il campione in una provetta con EDTA riponendola in un contenitore contenente ghiaccio. Consegnarla al laboratorio nel più breve tempo possibile.

Curva da carico di glucosio

Prima di eseguire l’esame della curva da carico di glucosio è necessario aver effettuato un esame della glicemia basale non oltre tre giorni prima dell’OGTT; se la glicemia basale non supera i 125 mg/dl si potrà procedere all’esecuzione della curva. L’esame si svolge attraverso una serie di prelievi di sangue , di cui il primo a digiuno . Successivamente si somministrano al paziente il glucosio e si effettuano i successivi prelievi secondo la prescrizione medica.

Profilo Glicemico

Consiste nell’esecuzione di 3 prelievi in tempi prestabiliti. Il paziente deve condurre la sua giornata con gli stessi ritmi e le stesse abitudini.

Monitoraggio Farmaci

Fenobarbital – Carbamazepina – Fenitoina – Teofillina – Ac.Valproico
I pazienti non devono assumere il farmaco da monitorare la mattina del prelievo. Prima del prelievo il paziente deve eseguire la sua dieta abituale ovvero quella raccomandata dal medico. E’ consigliabile astenersi dal fumo, dal caffè e dall’esercizio fisico, nelle ore immediatamente precedenti il prelievo venoso. E’ necessario un digiuno di almeno 10-12 ore.

Helycobacter Pylori

Cosa il paziente non deve fare:

  1. Il paziente non deve mangiare (deve essere a digiuno)
  2. Non deve essersi lavato i denti
  3. Non deve aver assunto farmaci antibiotici e chemioterapici da almeno quattro settimane
  4. Non deve aver assunto farmaci antisecretivi (inibitori della pompa protonica, H2 antagonisti, farmaci utilizzati per le gastriti e per le ulcere esempio: Radinil, Lanzox, Pantopan, Ulcex, ecc.) da almeno 15 giorni.
  5. Non deve aver assunto antiacidi come: Citrosidina, Maalox, Gaviscon, etc. da almeno 3 settimane.

Cosa il paziente deve fare:

  1. Durante il test deve rimanere seduto senza mangiare, bere e fumare

Intolleranza al lattosio e Overgroth batterico

Il paziente deve eseguire scrupolosamente tutte le seguenti istruzioni:

  1. Nei 7 giorni prima della data fissata per l'esame evitare l'assunzione di antibiotici, fermenti lattici e lassativi
  2. La sera precedente l'esame il paziente può cenare con:
    1. Riso bollito e condito con olio
    2. Carne o pesce ai ferri o bolliti
  3. IIl paziente deve essere a digiuno da almeno 8 ore
  4. Evitare assolutamente di fumare e di sottoporsi a sforzi fisici
  5. L'esame va effettuato previa prenotazione

Telefono: 0805539766 0805540270
FAX: 0805559325
email: info@laboratorioduemme.it
Facebook: Pagina Facebook
Indirizzo: 
Via Magna Grecia, 25 BARI

 

 

Orari
Lunedì
07:15 - 18:00
Martedì
07:15 - 18:00
Mercoledì
07:15 - 18:00
Giovedì
07:15 - 18:00
Venerdì
07:15 - 18:00
Sabato
CHIUSO
Domenica
CHIUSO
Facebook